Roma Culture, online la call per partecipare a “Roma Visiva 2021”

Pubblicata sul sito di Zètema la call per partecipare alla manifestazione Roma Visiva 2021. C’è tempo fino al 18 agosto per inviare le proposte. I progetti valutati idonei dalla Commissione andranno a comporre il programma. Tale programma dall’8 al 10 settembre animerà la programmazione della tre giorni di rassegna a ingresso gratuito nella Sala Deluxe della Casa del Cinema di Villa Borghese. La rassegna culturale è nata su impulso dell’Assessorato alla Crescita culturale. Questa rassegna è dedicata alla riscoperta dei talenti femminili che – dall’800 ai giorni nostri – hanno operato nel mondo dell’arte visiva mantenendo una forte relazione con la città e la sua storia.

Leggi anche -> Fotografa il tuo Municipio: al via il concorso fotografico per tutti

Con l’obiettivo di valorizzare questa produzione, Roma Culture, con la collaborazione di Casa del Cinema e Zètema Progetto Cultura, promuove il lancio della call. Storici e storiche dell’arte, curatori e curatrici, artisti e artiste, giornalisti e giornaliste, studenti e studentesse di Belle Arti, di Cinema e in generale studiosi e studiose di qualsiasi età, genere e nazionalità potranno rispondere all’Avviso pubblico proponendo attività di diverso tipo come talk, conferenze, presentazioni, seminari e altro, ciascuna della durata massima di esposizione non superiore ai 60’ (compresi gli eventuali materiali audiovisivi).

Leggi anche -> Cinema: torna l’arena cinematografica R-Estate a Tor Bella dal 15 al 28 luglio

Tutte ovviamente tese a scoprire, approfondire e analizzare le storie e la pluralità di stili di artiste. Artiste che, nel corso degli anni hanno creato una relazione con la città Roma. Inoltre si sono distinte nelle tante declinazioni delle arti visive. Dalla fotografia alla video-arte, dalle attività performative riprodotte all’arte figurativa e plastica. Le proposte saranno valutate e selezionate da una Commissione composta da esperti del mondo delle arti visive, dell’arte contemporanea, del cinema e dell’audiovisivo. Si terrà conto delle esperienze pregresse del proponente, dell’originalità del progetto, dell’impegno a valorizzare artiste emergenti o meno note e del legame del loro operato con la città di Roma.