Certosa Trisulti, Zingaretti: “Al lavoro per valorizzazione e rinascita di uno dei tesori del Lazio”

La Regione Lazio e il Ministero della Cultura – Direzione regionale Musei Lazio hanno sottoscritto un accordo per la riapertura al pubblico e la valorizzazione della Certosa di Trisulti, splendido monastero che si trova nel comune di Collepardo, in provincia di Frosinone. Grazie all’accordo sottoscritto è stato individuato un percorso di valorizzazione della Certosa, anche inserendolo nel lavoro già avviato dalla Regione Lazio sui siti archeologici e naturalistici ricadenti tra i comuni di Pastena e Collepardo, restituendole così il giusto valore e la naturale valenza di luogo di attrattività.

Leggi anche -> Certosa di Trisulti, fuori i monaci dentro i sovranisti

“La Certosa di Trisulti rappresenta un vero e proprio tesoro del Lazio poco noto che vogliano riscoprire e valorizzare. Lo faremo grazie all’intervento della Regione e del Ministero della Cultura, perché rappresenta una risorsa preziosa per lo sviluppo del nostro territorio. In questo momento storico c’è bisogno di investire sulla cultura e sulle bellezze del patrimonio artistico del nostro Paese. Per questo come Regione Lazio faremo la nostra parte e lavoreremo per renderla fruibile al pubblico. È un luogo bellissimo. Un esempio importante di rinascita per il Lazio e per l’Italia che restituiremo al mondo”. Così il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.

Leggi anche -> Rieti, inaugurazione con Zingaretti del secondo reparto di Terapia Intensiva

In particolare la valorizzazione della Certosa di Trisulti seguirà le seguenti linee strategiche: ripristino della fruizione pubblica mediante la riattivazione di percorsi di visita guidati; potenziamento, nell’ambito delle politiche nazionali, regionali e locali dello sviluppo di un percorso turistico-culturale, anche integrato, attraverso la promozione di programmi di sviluppo turistico; collaborazione nella programmazione delle iniziative, al fine di garantire la loro coerenza con le finalità istituzionali e l’altissimo prestigio storico-artistico e architettonico del bene e la loro più ampia divulgazione restauro e rifunzionalizzazione della Certosa di Trisulti; coinvolgimento nel processo di valorizzazione concordato, secondo principi di sussidiarietà orizzontale, di soggetti, anche collettivi, istituzionali e non, espressione della società civile, capaci di apportare contributi di esperienza, di collaborazione, di sinergie operative, da integrarsi con provvedimenti attuativi autonomi. Inoltre saranno promosse attività condivise di studio e di ricerca sulla Certosa di Trisulti.