Sicilia e Sardegna a rischio zona gialla già prima di settembre

Sono le grandi isole italiane quelle che rischiano il passaggio dalla zona bianca a quella gialla, già dalla fine di agosto.
I valori che determinano il cambio di colore preoccupano e la pressione ospedaliera è in crescita. Anche se l’incremento dei ricoveri è registrato ovunque in tutto lo Stivale.

I criteri per restare in zona bianca

Il numero dei positivi ogni 100 mila abitanti deve essere al di sotto di 50
I posti letto in terapia intensiva non possono superare il 10%
Nei reparti ospedalieri i posti letto occupati non posso non eccedere il 15%

Secondo gli ultimi dati riportati dal Corriere della Sera, il parametro dei 50 positivi ogni 100 mila abitanti, sarebbe già sfiorato da 14 regioni italiane.

Sardegna

In Sardegna oltre ai 142 positivi su 100 mila abitanti, c’è anche l’11% dei posti letto in rianimazione occupati da pazienti Covid. Due dei parametri di sicurezza sarebbero quindi già superati.

Sicilia

La percentuale dei positivi sulla popolazione è a 104,5. I posti letto in area medica sono occupati al 13% mentre quelli in rianimazione sono al 7%.

La situazione di Sicilia e Sardegna desta quindi sicura preoccupazione per la permanenza nella zona bianca, ma va notato che anche i valori di molte altre regioni sono molto prossimi allo sforamento degli standard di sicurezza fissati.