Trevi Nel Lazio, l’opera di Riz, nella copertina del libro di S.E. Mons. Rino Fisichella

Trevi Nel Lazio, Grazioli: ” Un onore per la nostra comunità, che da prestigio alla ricchezza artistica del paese”

Negli ultimi anni sotto l’amministrazione Grazioli a Trevi Nel Lazio, c’è stato un grande slancio a livello culturale con una consequenziale crescita promozionale delle ricchezze artistiche, storiche e culturali di Trevi.

Tra queste le splendide tele del pittore spagnolo Juan Andrés Rizi (Madrid 1595-Montecassino 1681), presenti all’interno della Collegiata di S. Maria Assunta a Trevi.

Tele di uno splendore unico, tanto che su impulso del Sindaco Silvio Grazioli, è nata una sinergia con l’Accademia Reale di Spagna da cui si è sviluppato un interessante convegno svoltosi a Trevi Nel Lazio, che ha visto la partecipazione di illustri personaggi del mondo dell’arte, e di seguito anche il prof. Vittorio Sgarbi proprio a Trevi dinnanzi a queste tele, ha incantato una vasta platea con una Lectio Magistralis sulla figura di Rizi.

I dipinti presenti nella Chiesa Madre di Trevi, vennero realizzati dall’artista spagnolo che entrato nell’ordine benedettino cassinese, durante il suo viaggio in Italia, sostò a Trevi Nel Lazio per ritrovare le proprie origini, e durante il suo soggiorno realizzò otto dipinti tutt’ora ammirabili all’interno della chiesa parrocchiale.

L’ammirazione verso queste opere è stata esternata anche da Sua Ecc. l’Arcivescovo Rino Fisichella, Presidente del Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione, durante una sua visita a Trevi Nel Lazio, tanto che ha voluto nella copertina della sua ultima opera “Il Pane della Vita – Eucarestia e Sacerdozio”, inserire l’immagine del dipinto di Rizi presente all’interno della Chiesa.

“È con immensa gioia e soddisfazione  a nome di tutta la comunità di Trevi – ha sottolineato il Sindaco Silvio Grazioli-  che ringrazio mons. Rino Fisichella, che nella pubblicazione del volume “Il Pane della Vita – Eucarestia e Sacerdozio”  della San Paolo editore, ha posto nella copertina l’immagine del dipinto del pittore spagnolo Juan Andreas Rizi, che è collocato presso la nostra Chiesa Collegiata di Santa Maria Assunta, e fa parte delle otto tele che il pittore dipinse a Trevi nel 1666, poste nella cappella dei Santi Cosma e Damiano. Tra questi otto spicca il quadro che è collocato in alto della cappella (inserito nella copertina del libro)  e sul quale vi sono state moltissime interpretazioni dottrinale e teologiche. Mons. Fisichella, che tra l’altro è considerato uno dei teologi italiani più autorevoli ed affermati a livello internazionale, nella sua visita a Trevi, dinnanzi all’opera ha dato la sua interpretazione come Gesù che dona l’Eucarestia alla Chiesa. Avremo modo nel periodo estivo di invitare mons. Fisichella, sia per ringraziarlo di nuovo per il dono della immagine della Madonna di Bannot, benedetta da Papa Francesco, collocata presso l’Oratorio di San Pietro Eremita, sia per questo libro che ha nella copertina l’immagine custodita presso la nostra collegiata, in modo da poter approfondire anche i temi in esso contenuti”.