Speciale Amministrative Roma 2021 – Municipio VI, Pietro Dominici (Fd’I)

Un volto nuovo si affaccia sulla scena politica del VI municipio

Pietro Dominici (Fd’I)

Candidato al Consiglio Municipale nel gruppo di Fratelli d’Italia a sostegno di Michetti Sindaco

di Angelo Zammuto

Nato a Preci ( PG) Il 07 aprile 1966, lavora presso il gruppo Autostrade per l’Italia Spa, da circa dieci anni svolge attività sindacale come RSU e come Responsabile della Sicurezza per i lavoratori. Delegato dei lavoratori, eletto nel Consiglio Generale della Federazione degli edili Filca Cisl di Roma e Provincia ed in quella regionale del Lazio. Ha partecipato attivamente in qualità di rappresentante dei lavoratori a diversi tavoli istituzionali presso il MISE, MIT e Ministero del Lavoro per la gestione delle problematiche occupazionali scaturite dall’entrata in vigore dell’articolo 177 del Nuovo Codice degli Appalti Pubblici per i lavori in house.

Dal 2008 rappresenta i lavoratori del settore edile e fatto diversi interventi pubblici. Fra gli interventi di maggior rilievo ne citiamo uno per tutti, “Ripartire dal lavoro” di CGIL , CISL e UIL del settembre 2020 ( Vedi Video ) .

Impegnato con il CdQ Belvedere è stato, nel 2020, promotore di una Petizione Popolare utile a sollecitare la messa in sicurezza della viabilità nei pressi del plesso scolastico Francesca Morvillo di via San Biagio Platani. Questa iniziativa ha aperto un tavolo di discussione congiunto ( Vedi Video ) in cui hanno partecipato gli assessori e i Presidenti delle Commissioni Ambiente e Mobilità, LL.PP. e Urbanistica. Molti dei temi trattati in quella commissione hanno visto luce ed oggi gli studenti della scuola possono recarsi con maggior tranquillità e sicurezza nel plesso.

Perché ha deciso di fare politica attiva?

Ho maturato nel tempo la decisione di mettermi a disposizione dei cittadini sospinto da una grande voglia di impegnarmi come consigliere nel mio Comitato di Quartiere di Belvedere, questo mi è stato utile per approfondire la conoscenza dei problemi presenti nel territorio.

Un consigliere municipale, carica a cui mi candido, è bene ricordarlo, non ha poteri tali che possano permettergli di affrontare qualsiasi iniziativa politica, spesso la competenza di una singola problematica è del Campidoglio oppure dei Dipartimenti.

Nonostante questo, una cosa mi sento di poterla fare dando il massimo che posso ovvero, il mio costante impegno volto all’ascolto dei cittadini, alla condivisione di un percorso comune e all’azione che necessariamente deve portare ad una risposta da parte dell’amministrazione, sia essa positiva, che negativa.

Quali sono secondo lei attività prioritarie di cui il VI Municipio ha urgente bisogno?

Sicurezza Stradale. Una delle situazioni di maggior interesse da parte dei cittadini dei quartieri di Due Leoni, Belvedere, Grotte Celoni, Valle Fiorita e Capanna Murata, è costituita dalla rotatoria mai realizzata all’incrocio tra via Siculiana e via Casilina. Da tempo, in quanto portavoce del Circolo Politico di Fratelli d’Italia “Obiettivo Roma”, mi sono attivato coinvolgendo direttamente la Vice Presidente della Commissione Garanzia e Trasparenza del Campidoglio, Rachele Mussolini ( Vedi Video ), per fare luce su un appalto che ad oggi non ha ancora visto la realizzazione dell’opera e che presenta ancora troppi lati oscuri ancora da chiarire.

Questa è un’opera essenziale per il traffico veicolare del  quadrante. Troppi, in uscita dal quartiere, sono i rischi di incidenti per la mancanza di visibilità;  troppi gli incidenti che si sono verificati negli ultimi anni e che hanno visto purtroppo anche delle vittime. Il tema della sicurezza stradale ( Vedi Video ) merita un nostro serio impegno anche su altri quartieri del municipio e che hanno anch’essi situazioni non dissimili da questo caso.

Decoro urbano ( Vedi Video ). Altra situazione a cui vorrei dedicarmi da subito è quello relativo alla pulizia delle strade e della manutenzione ordinaria dei marciapiede, della pulizia costante e del lavaggio delle stesse e della cura del verde pubblico ( Vedi Video ) che purtroppo si presenta a noi privo di manutenzione e lasciato all’abbandono ( Vedi Video ).

Una delle principali lamentele contro l’ultimo Governo della città è proprio questo, “il decoro urbano”, pertanto viene spontaneo chiedere:

Come pensa di riuscire a risolvere questo problema, nel territorio ovviamente, e che in 5 anni la giunta pentastellata, a detta di tutti, non è riuscita a fare?

Non dico che sia semplice e che quanto andrò a proporre sia l’unica soluzione, e mi scuso che per iniziare la risposta uso una domanda; ma perché non creare le condizioni di miglior favore per cui un percettore del reddito di cittadinanza a precisa richiesta dell’Amministrazione si renda disponibile all’impegno in lavori utili per il proprio quartiere?

Con questa soluzione si otterrebbero molteplici grandi risultati: quartieri più puliti, parchi giochi e spazi verdi curati, il controllo di queste aree, quindi più sicurezza per i cittadini e per finire, ma non ultimo per importanza, la dignità per chi si impegnerà in questi lavori. Non è ammissibile che un giovane, a cui viene riconosciuto questo sussidio, non riesca a trarne un reale beneficio come quello di imparare un mestiere e di conseguenza essere visto, non come un mantenuto, ma come un valore aggiunto per la società.

Passiamo ora ad un argomento che sappiamo le sta particolarmente a cuore e del quale non le facciamo domande: La cultura

Si, è  proprio così, un argomento molto importante a cui vorrei dedicarmi se eletto. Un argomento che nostro malgrado non riusciamo a saper valorizzare come si dovrebbe, qualcosa che a nostra insaputa, ogni giorno che usciamo di casa dovremmo pensare e che dovrebbe farci rendere conto che poggiamo i piedi su un sito archeologico che è tra i più ricchi al mondo; il territorio dove anticamente sorgeva l’antica Città di Gabi, che è bene ricordarlo, è nata prima di Roma.

La Città di Gabi, sembra abbia ospitato Romolo e Remo per la loro formazione e per gli studi. Essa sorgeva nei pressi dell’attuale via Prenestina, infatti dai toponimi dell’epoca sembra risultasse essere un punto di riferimento per la cultura, la politica e lo sviluppo economico e commerciale non solo di Roma ma anche delle civiltà che popolavano il nord del Lazio.

Ho potuto in questo periodo integrare le mie conoscenze consultando libri, pubblicazioni ed altri documenti utili a rendermi conto della straordinaria importanza di questo sito che, qualora fosse valorizzato appieno, potrebbe creare le condizioni per una buona occupazione dei giovani che potrebbero essere impiegati a supporto dell’enorme richiesta dei turisti che da tutto il mondo richiederebbero di visitare, oltre che Roma , anche l’antica Città di Gabi ( Vedi Video ). Da questa situazione ne trarrebbero beneficio anche albergatori, ristoratori, agenzie e le guide turistiche, si migliorerebbe il trasporto pubblico e privato. La crescita della richiesta potrebbe innalzare il valore degli immobili, la valorizzazione dell’università di Tor Vergata, si creerebbe così un volano economico tale da apportare benefici concreti per tutte le realtà del territorio con la conseguente crescita di occupazione in questi settori.

Ma la cosa a cui tengo di più, il mio sogno nel cassetto, è che la popolazione sarebbe finalmente fiera di risiedere in un luogo ricco di storia e cultura e potremmo finalmente scrollarci di dosso la brutta immagine che i media ci propinano quotidianamente parlando del quartiere di Tor Bella Monaca, citandolo soltanto per fatti di cronaca. Non è più ammissibile subire un linciaggio mediatico di questa portata, gli abitanti che risiedono al Municipio VI delle Torri, per la maggior parte sono famiglie di onesti lavoratori che tengono alla propria famiglia e a crescere i figli in un ambiente con più opportunità di crescita sociale ed economica.


Contatti

                                                                                               
   328 7031266            dominicipietro@libero.it       Pietro Dominici – VI Municipio