Fanno il vaccino ma ricevono solo una soluzione fisiologica

E’ capitato a 6 pazienti al Centro vaccinale di Camucia, una località in provincia di Arezzo. Hanno ricevuto invece del vaccino anti-Covid, soltanto la soluzione fisiologica.

Com’è successo

Al cambio turno, il personale ha consegnato ai colleghi tre siringhe pronte del vaccino e la fiala vuota per il controllo del lotto.
Il lotto viene sempre diluito con una soluzione fisiologica da utilizzare ad inizio seduta. Il personale quando ha organizzato il materiale, ha erroneamente aspirato la fisiologica per la diluizione. Invece di metterla nella fiala piena, l’ha messa in quella vuota che serve solo per il lotto.

Ravvisato l’errore

Alla fine della somministrazione delle dosi, l’infermiera si è accorta dell’errore e ha allarmato il Centro. La direttrice del Distretto Sanitario della Valdichiana e responsabile della campagna vaccinale, Anna Beltrano, ha spiegato l’accaduto e chiaramente ha avviato la procedura per avvisare coloro che si erano vaccinati. (Almeno così credevano).
La dottoressa Beltrano ha voluto precisare che “si è trattato di un errore umano a fronte di migliaia di iniezioni e operazioni vaccinali che il personale compie ormai da mesi”.

Tutti tranquilli non è successo niente

La direttrice ha poi tenuto a tranquillizzare i cittadini interessati a questo disguido, spiegando che non corrono alcun rischio e che la soluzione iniettata e quella che serve a diluire il vaccino, quindi non ha alcun effetto. La Beltrano ha poi voluto rimarcare come il servizio di controllo funziona e come, in sede di errore, siano in grado di porre immediatamente rimedio. Ha poi dichiarato che le persone interessate sono state contattate.

Il protocollo

Ora si procederà secondo protocollo, le persone interessate entro una settimana faranno un test sierologico per la misurazione degli anticorpi. Questo perché come spiega la Beltrano su nove soggetti che hanno ricevuto l’inoculazione, solo tre sono vaccinati regolarmente, gli altri hanno avuto solo soluzione fisiologica. Non si può sapere però chi abbia avuto il vaccino e chi no, quindi col sierologico si possono individuare i soggetti e a quel punto, procedere a fissare di nuovo l’appuntamento per la vaccinazione.