Libri – “Speranza”, una virtù che ci serve a vivere

Libri

” Speranza “

Viviamo tempi difficili che possono scoraggiarci e far vedere un orizzonte oscuro che angustia l’anima. Di cosa abbiamo bisogno ? “La speranza è necessaria alla vita come il pane” dice Papa Francesco e Giuseppe Goisis, già docente di filosofia politica all’università ‘Ca’ Foscari’ di Venezia, ci parla di ‘Speranza‘, un breve saggio pubblicato da EMP-Edizioni Messaggero Padova che si rivolge ai giovani illustrando il significato di questa virtù umana personale e sociale.

La speranza è il contrario del panico, una forma della paura che paralizza e irrigidisce. La speranza è l’idea e anche il progetto di un’alternativa, di un mondo e di un cuore aperto. Speranza in senso profondo è il tentativo di sormontare continuamente la disperazione, in una specie di sfida che prende tutta la vita…potrebbe prevalere un senso disperato di sopravvivenza e quindi l’egocentrismo – anche tra stati più ricchi e stati più poveri -, potrebbe invece esserci l’idea di una instaurazione di qualcosa di nuovo, con la convinzione che ci si salva insieme“.

Il vecchio adagio recita ‘chi di speranza vive, disperato muore’ ma non è così, la speranza è virtù altamente politica perché spera giustizia per tutti e non è speranza quella che spera solo per sé. La vera speranza è ragionevole e operosa, ci mette davanti a un bivio e, se osiamo nella vita, possiamo riuscire a intravedere anche quel senso di gioia che diventa “un contagio buono spalancato sul futuro”.

“Ho cominciato a scrivere il libro prima del covid – continua l’autore – e allora erano già presenti tanti segnali, tante irrequietudini e contraddizioni. Parlando con le persone più giovani certe volte si sente lo smarrimento…’per me pensare al futuro è troppo’ diceva uno studente che si sentiva come appiattito nel presente. Questo ‘presentismo’ e ‘brevetempismo’ sono degli errori del nostro tempo, bisogna invece riconquistare assieme un senso positivo e operoso del futuro ma il poter lavorare, il poter impegnarsi con entusiasmo ha bisogno di questo combustibile che nella nostra vita è la speranza. E quello che ci tira avanti è la forza propulsiva che in qualche modo ci orienta, la speranza ci orienta ancora”.